photo credit: Emanuele Molinari

Italian Senator, member of the XI Committee (Labor Market Policy and Welfare State).

Full Professor in Economics at Bocconi University.

Research Fellow at CEPRIZA, Baffi Carefin, and IGIER.

My Curriculum Vitae in English and in Italian

Here you can find my Google Scholar citations and my IDEAS-RePEc works.

If you have 3:23 spare minutes, this is my suggestion. If you have more time, this is my reading suggestion.


catch of the week

La pandemia ci ha colti impreparati. È comprensibile. Ma non sarebbe comprensibile (e neanche giustificabile) se la transizione per uscire dall’emergenza legata alla pandemia ci cogliesse impreparati. Sarà una transizione lunga, necessariamente graduale. Il mondo nuovo che si aprirà dopo sarà diverso da quello di prima: navigare a vista “durante” questa transizione in attesa del “dopo”, senza pianificare con cura come arrivarci, senza prepararci a quello che ci servirà quando raggiungeremo una nuova normalità, sarebbe un crimine. 

“Non serve un decreto al mese, come se dovessimo tappare una crisi temporanea. Ma uno sguardo lungo, che anticipi le crisi dietro l’angolo: una occupazione e una del debito nel 2021”. Tommaso Nannicini, economista e senatore del Pd, è critico rispetto all’impostazione del governo sulla Fase 2. Cosa non la convince? “L’illusione di andare avanti con bonus a pioggia e con un orizzonte temporale che arriva fino all’estate.  Bisogna invece pensare a un nuovo welfare che guardi ai prossimi anni”.




Latest tweet