La parabola del Jobs Act e la politica delle riforme strutturali tra controriforme e ambiguità

in Politica in Italia. I fatti dell'anno e le interpretazioni. Edizione 2019, Il Mulino (eds. E. Bressanelli e D. Natali) - 2019

di Tommaso Nannicini, Stefano Sacchi e Filippo Taddei

I fatti politici salienti del 2018 sono stati le elezioni politiche del 4 marzo – con l’inaspettato successo (almeno nelle proporzioni) del Movimento Cinque Stelle, l’ottimo risultato della Lega e la sconfitta del Partito Democratico –, la successiva formazione del «governo del cambiamento» (espressione di movimenti populisti) e il suo operare nei primi sei mesi di mandato. Nel volume si offre un’analisi dettagliata di due atti chiave dell’azione di governo quali l’approvazione della legge di bilancio e la riforma delle politiche del lavoro (il «decreto dignità») e, fuori dei confini nazionali, si esaminano la politica europea del governo Conte e la gestione dei flussi migratori. Ne emerge un quadro in cui il governo gialloverde, pur presentando evidenti elementi di rottura, per certi aspetti si pone, piuttosto sorprendentemente, in sostanziale continuità rispetto alle precedenti esperienze di governo.